mercoledì 2 aprile 2014

Tortini di carciofi light e non sono una signora

No, non preoccupatevi, Loredana Bertè non si è impossessata di me.
Ho solo raggiunto una nuova consapevolezza.
Mi sono confrontata con le vere signore, e soprattutto con le vere signore milanesi, e sebbene faccia e abbia fatto degli sforzi enormi, proprio non lo sono…
Perché la vera signora ha una taglia 38, a prescindere dall'altezza e dall'età, e io il requisito l'ho perduto da almeno 20 anni…
La vera signora, quindi, non mangia e soprattutto non cucina e non pensa sempre al cibo e, su questo punto, è meglio che stenda un velo pietoso su quello che faccio io…
Tanto è vero che, dopo le prime volte, in cui ho tentato un timido accenno alla faccenda, vista la faccia disgustata delle astanti, mi sono ritirata in buon ordine.
Non vi dico quando poi le ho invitate a casa mia e hanno visto che la mia libreria era piena di libri di cucina…
In ogni caso, forse proprio perché hanno la taglia 38 (io tutt'al più posseggo una teglia 38!), le vere signore, non mettono mai le calze, nemmeno d'inverno e nemmeno con le gonne. Ora, qui, a Palermo, siamo anche avvantaggiate dal clima, ma a Milano??? Come fanno? In ogni caso, io mi ostino a mettere la calza 50 denari (da qualche parte, almeno, ostento!) super coprenti e snellenti, e non solo per strizzare la ciccia della mia taglia, ma anche perché,così nascondo le vere origini dell'uomo, e la scimmia, nostra progenitrice, che viene fuori ad ogni ritardo di ceretta…
E vogliamo parlare delle ballerine, ovviamente super griffate, che sono il must della vera signora di giorno? Io che vado in giro con un comodissimo tacco 8barra10? E mai e poi mai comprerei un paio di ballerine, se non a 5 euro, e per quel prezzo, ancora, griffate non si trovano?
La vera signora, poi, non ha tre figli. Di solito ne ha uno che frequenta corsi di: inglese, equitazione, scherma, fa le vacanze estive all'estero e la settimana bianca in montagna.
Io ho tre figli che a malapena giocano a calcetto e le vacanze le vogliono passare al mare e in inglese prendono 3, e non per la mia scarsa perizia, ma perché con mamma non si studia!
La vera signora poi ha sempre una manicure impeccabile, con lo smalto sempre a posto e, sebbene, per un periodo mi sono anche data allo smalto semi permanente, che ai più dura un mese, ma a me solo due settimane, alla fine ho dovuto dare forfait, perché mi durava solo tre giorni, ma spendevo lo stesso! A parte la considerazione che una mano ben curata non dovrebbe riportare i segni delle ustioni da forno…
Infine, ma non ultimo, ma è lo scoglio peggiore, per me, da superare, la vera signora ha i muscoli di gambe, braccia e quant'altro, ben tonificate, perché dedica almeno un'ora della sua giornata al fitness.
Quelle belle braccia muscolose al punto giusto tanto da non sembrare la regina Elisabetta o una miss americana quando salutano che muovono solo la mano e mai le braccia; quelle belle gambe tornite che non le costringe ad usare sempre i pantaloni (larghi); quella meravigliosa pancia piatta, che non mette in mostra quel fastidioso "gonfiore" sotto ogni vestito e a volte anche dentro il cappotto; per non parlare poi di quei seni gonfi e tesi, che mettono in mostra un perfetto figurino che non ha bisogno di pesanti reggiseni push up, ma mostrano eleganti bikini a triangolo, e io, neanche a dirlo, non ne posseggo nemmeno uno…

Così, mi sono rassegnata. E però ho assolutamente bisogno di perdere qualche metro centimetro sul punto vita e sul fondo schiena, per cui da oggi parte la ricolta di ricette light, ma con gusto. Mi aiutate a scovarne qualcuna, giusto per accontentare il palato, ingannare la gola e limitare i danni?

Io oggi vi propongo quello che potrebbe diventare anche un goloso antipasto o un saporito contorno, ma io ho mangiato come piatto unico unito ad un'insalata. Il sapore è davvero considerevole e non ti fa affatto sentire di essere a dieta.



Tortini di carciofi light
Per 8 tortini
5 carciofi
3 uova codice 0 (bio)
20 g di mandorle
1 cucchiaino di parmigiano
1 cipolla
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 limone bio
1 stelo di prezzemolo
sale

Lavate i carciofi ed eliminate le foglie più esterne, fino ad arrivare a quelle più tenere. Quindi tagliate la punta e in poi tagliate ogni carciofi in quarti, e ogni quarto a metà, ed eliminate l'eventuale barba interna. Teneteli a bagno in acqua e limone per evitare che si anneriscano.
Quindi risciacquate tutto e in una padella ampia, mettete l'olio e la cipolla tritata e fate stufare. Quindi aggiungete i carciofi, pochissima acqua, coprite con un coperchio e fate cuocere per 12/15 minuti. Alla fine salate e cospargete di prezzemolo.
Sbattete le uova con del sale e il parmigiano e tritate le mandorle finemente. Mettete i carciofi nelle uova e due cucchiaini di mandorle tritate. Mescolate il tutto.
In una teglia per muffin, mettete dei pirottini, quindi riempiteli del composto e infine cospargete con il resto delle mandorle tritate.
Mettete in forno a 180°C per circa 20 minuti.
Servite caldi o a temperatura ambiente.

Suggerimenti light:
- non buttate le foglie dei carciofi eliminate, ma bollitele in acqua e sale, e mangiatele;
- al posto del pangrattato ho usato le mandorle che sono molto salutari per l'organismo e contengono grassi importanti;
- se usate i pirottini, non dovete cospargere le formine con olio e coprirle con pangrattato;
- le monoporzioni ingannano maggiormente il nostro cervello, facendoci pensare che mangiamo di più;
- usate dei bei colori vivaci, perché fanno sembrare i cibi più golosi.

Questa ricetta rientra nella raccolta delle Happy caLOWries del martedì errata corrige: potete inviarle quando volete, facciamo un bel ricettario il prima possibile!!! :)


E avendo le mandorle anche nel mio contest dedicato alle mandorle Per un pugno di mandorle, che vi ricordo, scade il 30 aprile



Light patties with artichokes 
For 8 cupcakes
5 artichokes
3 eggs code 0 ( bio)
20 g of almonds
1 teaspoon Parmesan cheese
1 onion
2 tablespoons extra virgin olive oil
1 organic lemon
1 stalk of parsley
salt

Clean the artichokes eliminating the hard leaves and the inner “hair”.
Then cut  each artichoke into quarters, and each quarter in half . Keep them in water and lemon juice to prevent it from turning black.
Then rinse everything and in a large pan , put the oil and chopped onion and let simmer. Add the artichokes, some water, cover with a lid and cook for 12/15 minutes. At the end salt and sprinkle with parsley.
Beat the eggs with salt, Parmesan cheese and two teaspoons of ground almonds . Put the artichokes in eggs and mix everything .
In a muffin pan , put the cups , then fill them with the mixture and then sprinkle with the remaining chopped almonds .
Bake at 180 ° C for about 20 minutes.
Serve hot or at room temperature.

Suggestions:
- Do not throw the leaves of the artichokes eliminated, boil them in water and salt , and eat them ;
-  I used almonds that are very healthy for the body;
- If you use the cups, do not have to sprinkle the molds with oil and cover with bread crumbs ;
- If the portions are little, our brains thinks we eat more ;
- Use  bright colors because foods seem more delicious.

A presto
Stefania Oliveri

25 commenti:

  1. A questo punto, nemmeno io sono una signora.
    Che poi, diciamocela tutto, il termine "signora" fa vecchio, fa pensare ad una avanti con gli anni...ed ormai è un termine obsoleto, noi siamo ragazze e giovinciuelle!!! :)))
    E poi: "le monoporzioni ingannano maggiormente il nostro cervello, facendoci pensare che mangiamo di più"... TI ADORO!!! Finalmente posso sentirmi meno in colpa quando mangio! :P :P :P
    Spero di riuscire a rifare questi tortini il prima possibile in nome della mia carciofosità. E pensare che fino all'anno scorso li compravo solo per il maritozzo... :D

    RispondiElimina
  2. Un mito! Sei un mito altro che Signora ...sei la mia Olandesina :D :D :D
    Domani ti porto una ricetta light, promesso :)

    RispondiElimina
  3. Mi hai fatto morire!! Giuro! eeeeee .... quanto ti capisco!
    Io non sono palermitana ma brianzola, dovrei essere avvantaggiata dici, invece no! mi trovo nella tua stessa situazione! Alieni!! Ahahaha

    E già che ci sono li provo sti tornini, ma non light, li faccio con una kilata di burro, glieli offro...e poi glielo dico... così...giusto per vedere la loro faccia raccapricciata! XD

    A presto

    Simo

    RispondiElimina
  4. dalla tua descrizione NEMMENO IO SONO UNA SIGNORA.....e anche se non siamo signore siamo cmq belle e speciali con i nostri pregi e i nostri difetti;) detto questo la tua ricetta è molto bella e penso proprio che qualsiasi SIGNORA la mangerebbe con mooolta voracità;) a presto cara!!

    RispondiElimina
  5. Hahaha Stefy, però non hai detto che la vera signora, non potendosi gustare tutte quelle cose buone che prepariamo noi...ha una vita decisamente più triste della nostra!! ;-) un bacio

    RispondiElimina
  6. Ecco, questa è uno dei miei temi preferiti, mangiare light ma con gusto. Ti sommergerò di ricette. (Valgono anche quelle già postate??)
    Ale
    P.S. La 38 non l'avevo nemmeno a 15 anni io.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, vagoni anche quelle già postate :)

      Elimina
  7. Uhmmm la taglia 38...che cos'è??? Si, esatto, quella della teglia!
    Certo, a nessuno piacciono i cm di troppo, la ciccetta che spunta dai fianchi o le braccia poco toniche, però a me piace tanto (ma tanto tanto tanto) cucinare e mangiare, quindi come dico sempre preferisco morire grassa e contenta che magra e triste. E compenso con qualche camminata...fino al gelataio ;)
    No a parte gli scherzi, la cucina salutare ci vuole, come del resto un po' di moto e questi tortini sanno di buono quindi ewwwwiwa il light con gusto!

    RispondiElimina
  8. Ahahahaahhaha ! Sai, neanche io sono una signora, dai, siamo in buona compagnia ;)
    Interessanti e carini a vedersi questi tortini, e poi i carciofi fanno tanto bene :)
    Un abbraccio :*

    RispondiElimina
  9. mai "incrociata" la taglia 38... allo smalto ho rinunciato da tempo... mi buttosui carciofi và che è meglio ;-)

    buona serata

    RispondiElimina
  10. Le mani sono la parte più brutta che ho: lavo, impasto, inforno (una scottatura me la sono fatta proprio qualche giorno fa) e dico sempre a mio marito che basta guardarmi le sole mani per capire che non passo il tempo tra estetista, parrucchiere e shopping. Ma sono felice della mia vita, delle tante verdure che lavo (e che fatica) perché dall'orto arrivano e non si mandano indietro, del pane che sforno e di tutto il tempo che perdo in cucina.
    Bellissimi i consigli light! Baci!

    RispondiElimina
  11. Premetto che mi hai fatta sbellicare, ma in alcune cose mi ci ritrovo: con le ballerine ci siamo, magari le mie non sono griffatissime ma nemmeno delle ciofeche, con le unghie pure perchè ci tengo, ho un figlio solo anche se non proprio studiosissimo (ci si applica solo quando sente odor di bocciatura), ma con i metri di ciccia che avanza mi sa che ci siamo proprio...io che ero una taglia 40 e ora sono raddoppiata grazie alle conseguenze di una gravidanza sfigata, quindi apprezzo le tue proposte light e mi accodo alle lettrici cicce che non hanno perso proprio tutte le speranze di assottigliarsi....
    Un caro saluto,
    Tatiana

    RispondiElimina
  12. Ma un bel "echissenefrega", dove lo metti? Le vere signore si denotano da ben altro e non dall'aspetto fisico! Sto lavorando per te ;)

    RispondiElimina
  13. Nemmeno io sono una signora ... a volte mi dicono shura e lo odio incredibilmente, mi fa sentire di un vecchio che subito rispondo "Uè?! Sura a chi??" ;-) Mi piace questa raccolta ... tra un mese andrò al mare e vorrei perdere almeno un 3 kiletti, queste ricettine sono il massimo per me!! E i tortini oltre che splendidi sono tatticissima, quoto anch'io le monoporzioni ... anche se il mio rischio è abusarne ;-)
    Bacioni bella donna

    RispondiElimina
  14. Stefania sei la numero uno!!!!A parte che io sta ciccia non te l'ho mai vista..e cmq queste sciure che dipingi sono così noiose ed antipatiche che non farei mai cambio, fossi te!
    Un baciotto e..pesca dal mio archivio per ricettine fast&light!Io stasera, x dire farl un piatto di testaroli al pesto leggero(senza formaggio) con rucola e nocciole :)Easy:D
    Baciotto
    PIESSE:oggi sono ballerinata(anzi da tre gg, visti i piedi distrutti da notti di tango!!!!)

    RispondiElimina
  15. ti racconto questa: a settembre andammo ad un matrimonio a Castelfranco Veneto ed io nel pomeriggio "d' aria" mi son fatta un gior per negozi. entro, vedo dei bellissimi pantaloni color tortora e subito chiedo se c' è la mia taglia. Una 44.
    la commessa mi guarda e mi fa: eeeh, ma signora, non abbiamo una 44, noi "quelletaglielìunpo'...così" non le trattiamo.
    son rimasta come una scema. ecchessarei obesa per una 44???????
    sarà pure che io non sono una signora, ma di certo neanche la tipa del negozio lo è.
    solo che io mi mangio il tuo tortino e son pure felice! : ))))

    RispondiElimina
  16. ahuahuahu bel post!!!!
    io allora non sarò mai e poi mai una vera signora dalla 46 alla 38 la strada è troppo complicata e poi non cucinare o pensare al cibo non è da me ahuahuahuahua
    buonissimi questi tortini, sono un'idea squisita ;)
    buona giornata

    RispondiElimina
  17. Non sono una signora nemmeno io...
    La taglia 38 per me ha senso SOLO se stiamo parlando di taglie francesi (allora la porto pure io, tiè), manicure questa sconosciuta (ma bruciature da forno ed unghie rotte a profusione), le calze le metto, anche le 10000 denari, e le ballerine non le metto, mi piacciono ma non me le vedo addosso.. solo scarpe raso terra, però.

    Però i tortini di carciofi mi piacciono... non siamo signore insieme, e pappiamoci i tortini!!

    RispondiElimina
  18. Dillo, tu vuoi fare concorrenza all'araba per stile narratorio! L'altro stile, quello da signora, tu ce L'hai, eccome! Anche se sei ancora troppo giovane per farti chiamare signora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari! Ma, ahimè, condivido solo il nome...

      Elimina
  19. Ne ho fatti dei simili ma i tuoi sono davvero piu golosi!!!!
    uuuuu passa a trovarmi e se hai voglia di preparar eun'insalatina è appena iniziato un nuovo contest!
    http://chiododigarofano.blogspot.it/2014/04/contest-la-primavera-nellinsalatiera.html

    RispondiElimina
  20. Io preferisco decisamente la teglia alla taglia 38, ah ah! E credo anche che tante 'signore' si perdano tante soddisfazioni che non possono permettersi perché non si addicono a una signora.
    Si avvicina l'estate e le ricette light sono le benvenute!
    p.s. ti ho assegnato uno strano premio; se ti va passa da me

    RispondiElimina
  21. Post molto carino, autoironico e divertente, come sei tu. E quello vale molto di più della taglia, delle diete, delle ballerine e di tutto il resto. Però concordo che a volte bisogna anche limitare i danni, seppure con ricette altrettanto gustose.

    Fabio

    RispondiElimina

Dimmi la tua...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails